Per tutta la durata delle celebrazioni per la festa di San Salvador, dodici opere in stoffa realizzate dal pittore Berico adornano la chiesa di San Salvador in una singolare mostra di drappi a soggetto sacro, creati unendo sapientemente tessuti popolari e tessuti preziosi (in questo caso i nuovi broccati e lampassi Rubelli). Le opere sono visibili a San Salvador, in orario di apertura della chiesa, fino al 26 Agosto - periodo che precede ed accompagna i giorni della festa del Santo, lunedì 6 Agosto: i drappi sono collocati a formare una schiera di stendardi, come un tempo usavano fare le "Scuole" grandi e piccole a Venezia. Innalzate a mo' di insegne, richiamano alla devozione, e sono disposte in modo da innescare un dialogo visivo con i teleri sugli altari laterali, e la stessa pala d'argento dorato sull'altar maggiore (che sarà esposta dal 6 al 13 Agosto). 

“La chiesa di San Salvador in passato, molto più di oggi, veniva vestita a festa in determinate ricorrenze solenni – ricorda il parroco, don Natalino Bonazza. - Drappeggi, ornamenti dorati, ceri ed addobbi floreali venivano disposti lungo pilastri e absidi, conferendo una maestosità ancora più accentuata agli spazi interni. Era il cosiddetto "parecio" ovvero il complesso di materiali e oggetti con cui “apparare” la chiesa. Oggi non è più possibile riproporre tali e quali le usanze di un tempo sia per esigenze di convenienza liturgica, sia per motivi di conservazione”.

Ma quest'arte è stata riscoperta e riproposta da un pittore che alla spiritualità popolare si ispira da sempre: Berico, artista figlio di pescatori, è giunto ai “pareci” sacri partendo da uno studio della tradizionale pittura sulle vele dell’Alto Adriatico, che ha sviluppato tanto da essere considerato l’erede degli storici “pitor de Anzoi”, pittori di quegli angeli che spesso venivano raffigurati nella decorazione della barca o delle vele. Dalla riscoperta alla pittura su vela a quella dei pareci, giocati su più tessuti in modo originale, il passo è stato naturale. Anche per il singolare e continuo richiamo alla marineria che si può riscontrare nei dipinti di San Salvador; un esempio tra tutti, la simbologia del dipinto di Girolamo Brusaferro (accostata ad un parecio di Berico per S.Maria Maddalena) in cui la stessa Maddalena è raffigurata mentre reca un timone ed una vela.

Giudecca 795 Art Gallery ringrazia don Natalino Bonazza per l'accoglienza,  lieta di poter mettere "alla prova" queste opere di Berico nel contesto di ideale ispirazione, qui come originali "pareci". 

Il titolo ella mostra "Vexilla Regis" si richiama ad una celebre preghiera, le cui parole sono tratte da un poemetto composto da San Venanzio Fortunato (nativo dell'attuale Valdobbiadene, e vescovo di Poitiers): un inno che ha sempre avuto una grande importanza anche nella storia della musica sacra.

 

"Vexilla Regis - Cose del Nostro Mondo": opere di Berico, a cura di Giudecca 795 Art Gallery
Sede esposizione: Chiesa di San Salvador - S.Marco 4835 - Venezia

 Informazioni:
Giudecca 795 Art Gallery, Fondamenta S.Biagio 795 - Venezia - www.giudecca795.com - Tel +39 3408798327